Viaggio Nel Mondo

Capo d’Orlando

mare Sicilia - Capo d'Orlando

© Mundus Gregorius

Capo d’Orlando deve il suo nome all’epoca della dominazione normanna e al più celebre dei paladini di Re Carlo Magno, che secondo la leggenda avrebbe sostato in questi luoghi sulla via verso la terra santa.

In antichità un florido villaggio di pescatori sulle sponde nord orientali di Sicilia, oggi è un borgo soprattutto turistico che attrae molti visitatori nei mesi estivi per il suo bel mare, i suoi paesaggi collinari e la natura rigogliosa, la vicinanza delle isole Eolie, ben visibili dal promontorio, poco a nord-est di questa cuspide montuosa che si protende verso il Mar Tirreno.

Luogo di grande vitalità anche artistica, Capo d’Orlando è legata soprattutto alla sua splendida Villa Piccolo, un tempo residenza dei Baroni Piccolo ed oggi villa museo aperta al pubblico con il suo ampio e curatissimo parco. Capo d’Orlando sorge sulle alture settentrionali dei Monti Nebrodi, e davvero sembra un paese incerto fra mare e montagna, con il verdissimo Parco dei Nebrodi alle spalle e l’azzurro intenso delle onde di fronte. Moltissimi i sentieri e i panorami mozzafiato sulle Eolie che si possono incontrare sulle alture attorno al paese, per gli amanti del trekking e della bicicletta. Non è un caso che uno dei simboli di Capo d’Orlando sia il suo faro, posto sulla collina terminale del promontorio, con le scogliere a picco sul mare.

Spiagge e mare

Le spiagge di Capo d’Orlando sono sabbiose, incorniciate dal verde dei suoi colli e piuttosto tranquille. Bello il tratto litoraneo di San Gregorio, una spiaggia di parecchi chilometri segnata da continui anfratti e insenature. Molto bella anche quella in località Testa di Monaco, di sabbia dorata e dai fondali molto profondi, che danno al mare un colore blu intenso.

,